VOLO LIBERO INDOOR

(aeromodelli da sala)  con propulsione ad elastico (motore estensibile)

categorie FAI : F1D - F1L - F1M - F1L

categorie open : TH - Ministick - Balsetta catapult - Micro 35

CENNI STORICI SULL'ATTIVITA' INDOOR IN ITALIA

La prima gara fatta in Italia di cui si ha notizia risale al 1947 a Firenze vinta da Alberto Leardi di Milano con un tempo di volo di poco superiore ai 3 minuti.Una maggiore attivita' indoor si ebbe poi negli anni'60 ed in quel periodo si svolsero a Roma due importanti manifestazioni; i campionati mondiali, ai quali parteciparono per i colori azzurri Corazza, Cotugno e Masciullo e successivamente la coppa Urbe, vinta da Jri Kalina della Cecoslovacchia, alla quale parteciparono quasi tutti i praticanti della categoria, come Egizio e Ludovica Corazza, Loris Kanneworff, Carlo Cotugno,Giovanni Federici e Germano Masciullo.Negli anni '70 qualcuno dei praticanti cambio' attivita' ma si aggiunsero altri validi indooristi come Nello Sighelle ed i fratelli Ferdinando e Pierluigi Migani. Alla fine degli anni '80 si aggiunsero Giacomo De Angelini e successivamente Renzo Tabellini e Pino Giaquinto, nel '93 -'94 poi Emiro Ronconi ed Antonio Russo.L'Italia prese parte a tutte le edizioni dei mondiali e per ultime le edizioni dei mondiali dell'82 in Romania e dell'86 in Inghilterra con la squadra composta da Cotugno, Masciullo e De Angelini.Dall'86 in poi l'attivita' indoor ha purtroppo perso vari praticanti, ma attualmente grazie all'azione propedeutica di Carlo Pesciolini e Vittorio Negri, si registra una buona ripresa nel settore anche per l'arrivo di ottimi elementi come dimostrato dalle ultime gare.

 

Giacomo De Angelini

 

CATEGORIE ATTUALMENTE PRATICATE IN ITALIA

 

Qui di seguito sono presentate le principali categorie praticate in Italia, in Europa e nel resto del mondo, alcune delle quali sono quelle ufficiali FAI (F1D ed F1M) altre sono di origini americane (ministick)ed altre tedesche (TH);da segnalare tra le categorie molto praticate in Italia la F1M - modified e la "Balsetta Catapult" di cui si parlera' di seguito nella descrizione delle singole categorie.

Chi desidera avvicinarsi a questo affascinante mondo non deve impressionarsi di fronte ai bassi pesi di alcuni modelli ed ai sofisticati materiali indicati per classi come la F1D, che e' senza dubbio una delle piu' impegnative, ma deve sapere che e' possibile iniziare costruendo un modello indoor con potenzialita' di volo di 4 o 5 minuti (che sono gia' parecchi per iniziare) senza dover usare materiali ultra selezionati, ricoprendolo anche con la pellicola per cibi o carta. Parlo della classe TH da 35 cm di apertura alare, sebbene il peso minimo ammesso per questa classe e' di 2 grammi (abbastanza facile starci dentro) anche un TH da 3 grammi dara' delle inaspettate prestazioni in virtu' del fatto che l'elastico da utilizzare e' a peso libero; pertanto si potra' potenziare un po' di piu' per sopperire ad un peso maggiore.Basta quindi scegliersi un valido progetto, del balsa leggero per la fusoliera e per l'elica e medio per i longheroni e le centine delle ali e del piano di coda, di una corda da chitarra non rivestita (plain) n.16 (0,016 inch. - 0,4mm) ed iniziare.

Benvenuti quindi nel mondo dei voli di lunga durata con aeromodelli a volo libero indoor,  "l'essenza delle macchine volanti."

 

Fabio Manieri

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

F1D  (formula internazionale FAI)

 

 

Aggiornamento della formula - gennaio 2015

(rif. FAI sporting code, section IV)

 

peso minimo del modello portato da 1,2gr a 1.4gr

peso massimo elastico lubrificato portato da 0,6gr, a 0,4gr.

 

I vari aggiornamenti della formula hanno reso e rendono la categoria piu' facile da costruire e da trasportare rispetto al passato in quanto e' stato alzato il peso minimo del modello completo da 1gr. (prima del 2000)  ad 1,2gr (dal 2000 al 2014) e 1,4 gr. dal 2015, e' stata ridotta l'apertura alare da 65cm (prima del 2000) a 55cm (dal 2000 al 2014) ed e' stato fissato il peso massimo dell'elastico lubrificato, da peso libero (prima del 2000) a 0,6gr.(dal 2000 al 2014) e 0,4gr, dal 2015. Queste variazioni hanno consentito di evitare quella miriade di tiranti per irrigidire le ali ed i piani di coda che ne complicavano notevolmente la costruzione, di evitare il delicatissimo microfilm per la ricopertura delle ali, piano di coda ed elica e ridotto i tempi di volo che nelle vecchie formule andavano ben oltre i 40 minuti poi scesi a ben oltre i 30 minuti ed ora con l'ultimo aggiornamento del 2015 e' tutto da vedere ma sicuramente sara' difficile superare i 30 miniti di volo, tempi che ovviamente fanno riferimento agli ambienti di volo piu' alti (dai 25 metri in su) e performanti.

 

Caratteristiche:

Configurazione consentita solo monoplano

 

Apertura alare massima proiettata              550 mm

Corda massima                                         200 mm

Apertura piano di coda max proiettata         450 mm

Corda massima                                         200 mm

Peso minimo consentito del modello

Completo di elica, senza elastico                1,4 gr.

Peso massimo elastico lubrificato               0,4 gr.

 

La struttura e' in  balsa  ed e' consentito l'utilizzo di rinforzi in fibra di carbonio, kevlar, boro o altri materiali, e' consentito l'uso di tiranti che possono essere in, kevlar o in filo di tungsteno, per la ricopertura delle ali e degli impennaggi possono essere utilizzate le apposite ricoperture in materiale plastico (Y2K2) (OS film) oppure il microfilm, e' consentito l'uso di eliche a  passo fisso o a passo variabile.

 

Tempi di volo usuali da 17 minuti per locali bassi (meno di 8m) ad oltre i 35 minuti su locali molto alti come l'hangar del Cargolifter in Germania  (107 m)

 

 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

F1M  (formula internazionale FAI rif. sporting code, section IV )

 

Caratteristiche:

Configurazione consentita solo monoplano

 

Apertura alare massima proiettata :             460 mm

Corda massima                                            libera

Apertura piano di coda max proiettata            libera (non viene mai superata l'apertura alare, regola non scritta ma usualmente applicata)

Corda massima                                             libera

Peso minimo consentito del modello

Completo di elica, senza elastico                   3 gr

Peso massimo dell'elastico lubrificato           1,5gr

 

E' una formula di avvicinamento alla F1D.

La struttura e' in balsa ed e' consentito l'utilizzo di rinforzi in fibra di carbonio, kevlar, boro o altri materiali, e' consentito l'uso di tiranti che possono essere in kevlar o in filo di tungsteno, per la ricopertura delle ali e degli impennaggi possono essere utilizzatele apposite ricoperture in materiale plastico (Polimicro, Ultrafilm, Y2K, Y2K2,OS film) e' vietato l'uso del  microfilm, e' consentito l'uso di eliche a passo fisso o a passo variabile sia in balsa pieno che centinata.

 

Tempi di volo usuali da 9 minuti per locali bassi (meno di 8m) a circa 20 minuti su locali molto alti come l'hangar del Cargolifterin Germania  (107 m)

 

 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

F1M - modified

Questa categoria ha le stesse regole della F1M ma viene lasciato libero il peso dell'elastico anziche' limitarlo a 1,5 grammi di peso massimo; questa variante e' applicata in tutte le gare open che si svolgono appunto in Italia (quindi non secondo tutte le regole ufficiali FAI che prevedono, per partecipare, anche il possesso della licenza FAI stessa).Questo consente di ottenere migliori prestazioni (soprattutto ai modelli un po' piu' pesanti) in modo da incoraggiare chi si affaccia a questa categoria.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

TH  formula tedesca molto adatta per chi vuole iniziare

 

Caratteristiche:

Configurazione consentita solo monoplano

 

Apertura alare massima proiettata :               350 mm

Corda massima                                            libera

Apertura piano di coda max proiettata            libera (non viene mai superata l'apertura alare, regola non scritta ma usualmente applicata)

Corda massima                                            libera

Peso minimo consentito del modello

Completo di elica, senza elastico                   2gr

Peso massimo dell' elastico lubrificato           libero

 

La struttura deve essere in legno e' vietato  l'utilizzo di rinforzi in fibra di carbonio, kevlar, boro o altri materiali, e' vietato l'uso di tiranti, mentre e' consentito l'uso di controventature in balsa, sono ammessi rinforzi in carta, si possono  usare

materiali metallici solo per l'asse dell'elica il gancio per l'elastico e per il supporto dell'elica, per la ricopertura delle ali e degli impennaggi possono essere utilizzate le apposite ricoperture in materiale plastico (Polimicro, Ultrafilm, Y2K, Y2K2) o carta e' vietato l'uso del  microfilm, e' vietato l'uso dell'elica a passo o diametro variabile o di meccanismi atti a condizionare l'erogazione dell'energia, l'elica deve essere in legno e non puo' essere centinata, e' possibile variare il passo a terra .La fusoliera ed il trave di coda devono essere in balsa pieno.

 

Sono da considerare dei buoni tempi di volo quelli che vanno da 5 a 7 minuti per locali medio bassi ( 9 -12 m )

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Categoria Ministick

Formula americana, molto praticata in Italia e nel mondo, non molto facile per  iniziare ma capace di dare grandi risultati, molto praticata la agguerritissima "Gara postale internazionale", che si tiene tutti gli anni tra gennaio e marzo, dove mediamente partecipano 50 concorrenti di tutto il mondo e che vanta una partecipazione di circa di 10 concorrenti italiani ad edizione.Questi modelli possono essere provati anche in casa dove si possono fare abbastanza facilmente tempi di volo di 3 - 5 minuti.

 

Caratteristiche:

Configurazione consentita solo monoplano

 

Apertura alare massima proiettata :         177,8  mm (7 in)

Corda massima                                           63,5 mm  (2,5 in.)

Superfice del piano di coda max proiettata  non deve eccedere il 50% di quella alare

Massima distanza tra il piano anteriore del supporto elica (bearing) e gancio dell'elastico 127 mm

(5 in)

Massima distanza max tra il piano anteriore del supporto elica (bearing) e la parte posteriore piu' sporgente del modello (lunghezza totale)     254 mm (10 in).

Massimo diametro consentito dell'elica       177,8 mm (7in)

Peso minimo consentito del modello            

Completo di elica, senza elastico                 0,43 grammi

Peso massimo dell'elastico lubrificato         libero

 

La struttura deve essere in legno  e' vietato  l'utilizzo di rinforzi in fibra di carbonio, kevlar, boro o altri materiali, e' vietato l'uso di tiranti, mentre e' consentito l'uso di controventature in balsa, sono ammessi rinforzi in carta, si possono  usare  materiali metallici solo per l'asse dell'elica il gancio per l'elastico e per il supporto dell'elica, per la ricopertura delle ali e degli impennaggi possono essere utilizzate le apposite ricoperture in materiale plastico (Polimicro, Ultrafilm, Y2K, Y2K2 OS film) e' vietato l'uso del  microfilm, e' vietato l'uso dell'elica a passo o diametro variabile o di meccanismi atti a condizionare l'erogazione dell'energia, l'elica deve essere in legno e non puo' essere centinata, e' possibile variare il passo a terra e' ammessa la sola naturale flessione delle pale causata dalle forze aerodinamiche. La fusoliera ed il trave di coda devono essere in balsa pieno.

 

Sono da considerare buoni tempi di volo quelli che vanno da 5 a 7 minuti per locali medio bassi ( 9 -12 m )

Piazzamenti degli Italiani nella gara "internazionale postale" categoria Ministick del 2002 - N. 51 partecipanti

 

  3      FABIO MANIERI   

  8      GIACOMO DE ANGELINI

29      FRANCO PIANIGIANI

31      VITTORIO NEGRI

33      RENZO TABELLINI

36      MARIELLA BERTOLANI

37      ADRIANO TOSCHI

38      BENITO BERTOLANI

40      MAURIZIO SAGNOTTI

41      NELLO SIGHELLE

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

F1N  veleggiatori indoor lancio a mano (balsetta)

(formula internazionale FAI  rif. sporting code, section IV aggiornata al 1 gennaio 2003)

 

 

Caratteristiche:

Apertura alare massima proiettata            libera

Corda massima                                       libera

Apertura piano di coda max proiettata       libera

Corda massima                                       libera

Peso minimo consentito del modello          libero

 

Il modello non puo' avere alcun sistema di propulsione, le superfici portanti devono rimanere fisse in volo, e' vietato l'utilizzo di superfici portanti ad area variabile (come ad es. ali piegevoli)

Il numero massimo di modelli usabili in gara e' 3 per concorrente e sono permessi 9 lanci a concorrente. Nelle gare svolte in Italia il numero dei lanci e' libero entro la finestra di tempo stabilita dagli organizzatori.

 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Balsetta Catapult

Questa simpatica categoria viene molto praticata nelle gare italiane. La formula e' la stessa degli F1N ma con lancio fiondato con elastico, il numero dei lanci e' anche qui libero, condizionato soltanto dal tempo concesso dall'organizzazione.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Altre categorie praticate in Europa

 

F1L  (formula internazionale FAI  rif. sporting code, section IV aggiornata al 1 gennaio 2003)

 

Configurazione consentita solo monoplano

 

Apertura alare massima proiettata :                 457,2 mm (18 in)

Corda massima                                                76,2 mm  (3 in)

Superficie del piano di coda max proiettata      50% di quella alare

Peso minimo consentito del modello

Completo di elica, senza elastico                     1,2gr

Peso massimo dell'elastico lubrificato              libero

 

La struttura deve essere in balsa e' vietato  l'utilizzo di rinforzi in fibra di carbonio, kevlar, boro o altri materiali, e' vietato l'uso di tiranti, mentre e' consentito l'uso di controventature in balsa, sono ammessi rinforzi in carta, si possono  usare materiali metallici solo per l'asse dell'elica il gancio per l'elastico e per il supporto dell'elica, per la ricopertura delle ali e degli impennaggi possono essere utilizzate le apposite ricoperture in materiale plastico (Polimicro, Ultrafilm, Y2K, Y2K2 OS film) e' vietato l'uso del  microfilm, e' vietato l'uso dell'elica a passo o diametro variabile o di meccanismi atti a condizionare l'erogazione dell'energia, l'elica deve essere in balsa e non puo' essere centinata, e' possibile variare il passo a terra e' ammessa la sola naturale flessione delle pale causata dalle forze aerodinamiche. La fusoliera ed il trave di coda devono essere in balsa pieno in un singolo pezzo, il trave di coda (boom) puo' essere l'estensione della fusoliera (motorstick), possono essere applicati rinforzi fino ad 1 cm di lunghezza per riparare eventuali rotture sia alla fusoliera che al trave di coda.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Micro 35 categoria per esperti molto impegnativa dovuto soprattutto al peso libero del modello.

Apertura alare massima proiettata :                   350 mm

Corda massima                                                libera

Superficie del piano di coda max proiettata        libera

Peso minimo consentito del modello

Completo di elica, senza elastico                       libero

Peso massimo dell'elastico lubrificato               libero